venerdì 21 gennaio 2011

Mai detto niente del nano o di politica: oggi una cosina... solo questa...

Potrei vergognarmi di essere rappresentata da un vecchio pagliaccio nano e pervertito.
Potrei vergognarmi di essere rappresentata da puttane di ogni età e di ogni razza!
Ma io non mi vergogno perché io non sono così.
E come me tante donne che lottano ogni giorno, donne semplici e uniche accanto a uomini semplici e unici!
L'ulteriore vergogna di oggi: l'esenzione ICI per la chiesa, un bonus da 700 milioni al Vaticano, proprio alla vigilia del consiglio dei vescovi! L'ennesima corruzione!
Non ho parole.
SandraINCAZZATA

9 commenti:

  1. ciao Sandra sono passata per un saluto, non commento il tuo post per principio...ognuno ha le proprie idee e teorie ma io amo girovagare nei blogs per lasciare pareri, sensazioni, emozioni sulla creatività. Spero che non ne abbia a male e se passi a trovarmi non potrei che esserne felice
    ciao

    RispondiElimina
  2. Figurati Gabe, pensa però che la creatività sta morendo tra le bambine... MOLTISSIME da grandi vogliono fare LA VELINA e non la parrucchiera, la pittrice, la scrittrice!
    E LE VELINE SONO TUTTE UGUALI, DALLA PUNTA DEI CAPELLI LUNGHISSIMI FINO ALLE UNGHIE DEI PIEDI...
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  3. Potremmo a riguardo scrivere fiumi di parole, parole di delusione, di rabbia, di impotenza, di vergogna, e chi più ce n'ha più ce ne metta...
    Mi limito a dire che sembra di vivere in un "grande fratello", mi limito a dire che in quanto madre disapprovo che vengono ogni giorno lanciati messaggi di degrago morale, esistono i cosiddetti valori, tramandati dalla famiglia, dalla scuola, dal governo...
    dove stiamo andando?
    Vedere queste donne intervistate che difendono a spada tratta questo POLITICO, dicendo che è buono, è generoso... mi sgomenta
    si facciano avanti tutti gli operai e donne medio bruttine a dire la stessa cosa...
    si facciano avanti i maschi sani a dire che si vergognano di essere rappresentati da un certo tipo di MASCHIO
    il potere mediatico deve finire
    il delirio d'onnipotenza idem
    siamo dentro un baratro
    il mio sogno è che questo pagliaccio cada dopo tutti i processi che è riuscito a scapolare... su un pelo di topa...
    utopia?
    Chissà forse no...
    la creatività nasce dal bello... di questo passo, morirà anche quella, di bello ci sta rimanendo ben poco...
    Scusa per lo sfogo, forse troppo lungo...
    stefania

    RispondiElimina
  4. Certo Stefania, certi di tipi di MASCHI sono adatti a certi tipi di FEMMINE (ODIO LA PAROLA FEMMINA PER UNA DONNA...) il nano schifoso si atteggia così all'ennesima potenza, ma sai quanti piccoli ricchi sfruttano le donne in questo modo? Basta guardare a mezzo metro e li vedi... Ma acchiappano quelle femmine lì, perché se una donna ha dignità e non sgonnella, con quel tipo di DONNA non attacca!
    Un bacione!

    RispondiElimina
  5. Vedi? il dialogo si apre all'infinito...
    a me piace la parola femmina
    io sono femmina, e che dire della bella canzone "malafemmina" questa parola ha un bel suono...
    certe femmine...
    in parte non mi trovi d'accordo sul biasimo...
    femmine che dicono
    "cosa? mi dovrei alzare alle 6, lavorare 8 ore per 1000 euro? meglio fare la puttana"
    libera scelta... una professione anche quella...
    ma
    MI, (lo so non si dovrebbe dire)
    fanno pena quelle ragazze che si fanno ingoiare dal potere e dal maschio padrone, perchè la loro realtà era molto amara, ed è sempre meglio entrare in un giro di prostituzione d'alto bordo che sulla strada di Collesalvetti e andare con vecchi bavosi schifosi!
    Sono indignata non come donna, non come moglie ecc ecc, ma come cittadina italiana, che devo educare un figlio tra il bene e il male...
    se tutto è lecito... veniamo legittimati tutti a fare ognuno quel che ci pare!
    Bellissimo!
    Senza rubare, oltraggiare sarebbe il sogno di una vita, una sana anarchia, solo che sana non lo è!
    ancora non sento la voce dei maschi in tutto questo casotto, che siano invidiosi del nano e farebbero uguale una volta al posto di comando?
    p.s. ... mi fosse mai capitata una busta con 7000 euro per una bevutina...
    Stefania

    RispondiElimina
  6. Sono femmina, toscana e di Sinistra, ma penso che in tutti gli umani rapporti alla base c'è il prezzo!! Io non farei mai la escort (anche perchè mi manca le "phisique du role" e non ho più 20 anni) e se qualcuno (es. S.B.) mi offrisse 5.000 euro gli darei un ceffone e via di corsa, ma mi domando; Se mi offrisse 10.000 Euro a settimana?...direi sicuramente di No!...ma se mi offrisse 30.000 Euro a settimana? ..beh... prima o poi i numeri ti danno alla testa e ogni persona, uomo o donna che sia, ha il suo numero! Purtroppo, mi rode molto ammetterlo, anche io ho il mio numero, alto, molto alto, ma ho un numero per il quale manderei al diavolo tutti i miei numerosissimi valori etici morali e umani eccetto uno; i miei figli. Il famoso nano pervertito, ha delle possibilità di spesa elevatissime, la cosa triste è che troverà sempre qualcuno/a disposto/a a vendersi.
    Ciao, Maria (SI)

    RispondiElimina
  7. Ciao Maria, prima di tutto benvenuta in questo blog... Non so se hai notato non scrivo mai nulla né di berlu né del papa, ho le mie idee chiare però questo non lo ritengo un luogo per parlare ulteriormente di loro... Ma questo post voleva chiamare un po' di donne e un po' di uomini a dire la loro!
    Hai ragione, i numeri danno alla testa, e non sapere quanti soldi hai perché l'infinito non si può quantificare ti fa andare proprio di fuori. E infatti il berlu c'è andato.
    Io penso senza vittimismo ma con molta dignità che sono 25 anni che sono chiusa in una cella al neon con un numero di matricola, e svolgo il mio lavoro, un lavoro che onoro e che ringrazio di averlo. Un lavoro di cui ho bisogno per vivere e che mi rende viva. Anch'io penso se il nano silviolo mi desse quello che ho guadagnato in 25 anni in qualche settimana che farei? Te lo chiedi, è vero, ma poi anch'io guardo prima di tutto me e la mia onestà e limpidezza, e la mia famiglia e la risposta è immediata. Ciao una donna toscana e di sinistra come te.
    Sandra

    RispondiElimina
  8. Ciao Sandra, grazie per la risposta e visto che sono benvenuta, beccati questo post... un pò pesante;

    Nemmeno a me piace parlare di S.B. perchè mi piace parlare di politica, non mi piace parlare nemmeno del Papa perchè mi piace parlare dei valori Cristiani.
    E' vero, la Chiesa gode di un'esenzione che sembra odiosa. Ho lavorato per una multinazionale, in 20 anni ho girato l'Italia in lungo e largo e ho visto molte cose che nella nostra noiosa, immobile, contraddittoria, provincialissima ma bellissima Toscana, sono rare.
    Hai idea di cosa fà un prete di periferia? Hai idea cosa fà un prete se la periferia in cui opera si trova a Napoli piuttosto
    che a Parlermo o nel quartiere di Quarto Oggiaro della civilissima Milano?
    Sai quanti Bambini tolgono dalla strada? quanti tossici aiutano? quante minacce ricevono? Io non avrei mai il coraggio di farlo, Loro invece si e se non pagano l'ICI, vabbè,chiuderò un'occhio.
    Il problema vero è che oggi la politica (..e non solo!) fà passare l'idea che tutto ha un prezzo, (si può comprare sesso anche da una minorenne!! mio Dio, potrebbe essere mia figlia!), ma quello che mi fà più pensare è che molte persone "integre" cominciano a chiedersi; Quale è il prezzo per il quale metterei la mia dignità sotto i tacchi?
    Il solo fatto di chiederselo, il solo fatto che un pensiero del genere sfiori la mente, rende meno certi i propri valori e le proprie convinzioni e trascinano in quello che oggi si può definire tranquillamente "Decadenza Sociale e dei Valori" (..oopps! uno dei motivi per i quali l'impero romano si dissolse).
    Venti anni fà, con ferrea certezza, pensavo; Io non baratterò mai la mia dignità per denaro! Oggi penso cosa sarebbe successo se avessi accettato l'invito a cena di uno dei miei tanti mega-Dirigenti, forse oggi sarei una moglie poco felice ma molto agiata e come mi comporterei oggi se, avendo 20 anni, mi trovassi di fronte al sultano (il nano per capirci).
    Ma la cosa che più mi dà ansia è; I miei figli crescendo, rimarranno fuori da questo schema mentale? Quali sono le aspirazioni di mio figlio; Ingegnere o Tronista? e quelle di mia figlia; Dottoressa o Velina? Oggi
    una velina guadagna più di un Medico e un Tronista guadagna più di un Ingegnere. Ma come faccio a spiegare ai miei figli che perseguire il valore del sacrificio al massimo ti fà ottenere un contratto da
    precario.
    Sai, poi nella vita ti può capitare, dopo tanto studio e anni di professione, di trovarsi senza lavoro (ehh... la multinazionale chiude!) e magari ti capita dopo gli anta e per giunta sei donna, hai figli e via dicendo. Ti assicuro che è veramente drammatico e ti fa "rimuginare" molto sulle scelte fatte in passato e qualche volta le risposte alle proprie domande sono immediate, come le tue, ma guardandoti intorno, leggendo, guardando la TV, avverti un profondo senso di ingiustizia.

    Ps; Ho un figlio di quasi 15 e una figlia di quasi 18. Io ho passato quasi ampiamente gli anta.
    Ciao, Maria (SI)

    RispondiElimina
  9. Non c'è bisogno di parole. Basta proseguire nelle urne dei referendum quello che è stato fatto con le amministrative.
    Un passetto alla volta, proprio come i nani, quelli seri...
    :-)

    RispondiElimina

Non copiare... uccidi solo la tua creatività!

Gli scritti pubblicati in questo blog sono di proprietà dell'autrice. E anche molte delle foto!

© COPYRIGHT - Le leggi italiane ed internazionali sul Copyright proteggono le immagini fotografiche il testo e la grafica ivi contenute. È proibita la riproduzione totale o parziale, in qualsiasi forma e con qualsiasi mezzo, senza il mio esplicito consenso scritto e da me sottoscritto.

Altre immagini invece sono state prese liberamente dal web. Nel caso l'autore ne desiderasse la rimozione basterà che lasci un commento.