giovedì 15 aprile 2010

Una follia... Ho intervistato Annina, in ricordo della mamma del poeta Giorgio Caproni...


INTERVISTA AD ANNINA

Incontro Annina su un canale della Venezia, è bella, una bellezza verace, e una voce accattivante, che sfida quel vento che abita inflessibile a Livorno.

Annina, come mai ti hanno chiamato così?
Mi chiamo come la madre di Giorgio Caproni (qui), come lei vado a giro in bicicletta e scopro Livorno negli occhi e nei gesti delle donne di oggi, ma chiamo Annina una mia amica cinese che ha un nome impossibile, però "è giovane e fina..." come dice Simonetta Filippi, nella sua poesia “Cercando Annina”.
Qual è il tuo sogno, con le tue donne dell'Associazione?
Il nostro sogno è realizzare il nostro progetto SOLO per il gusto di FARE, DARE VOCE e veder partecipare un MARE di donne!
Il primo progetto è "Ma... DONNA, dell'essere e dell'apparire", in cosa consiste?
Il progetto nasce da una vignetta satirica di Massimo Bucchi che mostrava l' immagine di una Madonna che si chiede: Essere o apparire?Da questa ironia e consapevolezza nasce il nostro progetto, perché anche noi donne ci barcameniamo continuamente tra il voler essere e l' apparire... e allora, RUZZIAMO su questo... svisceriamo il dilemma e divertiamoci in quattro laboratori (ARTE, LETTERATURA, TEATRO e MUSICA) a raccontarci e reinventarci, ognuna a modo suo, ma lavorando insieme, una MA... DONNA molto concreta (oppure no...).
La performance finale?
Se ci concedono la chiesa sconsacrata di piazza del Logo Pio, la performance finale sarà un momento di festa e divertimento, dove ciascun laboratorio dimostrerà quello che ha prodotto, saranno coinvolte anche le visitatrici alla mostra, ma non voglio togliere niente alla sorpresa, e poi, è possibile che nei laboratori TUTTO venga cambiato.
Ma secondo te, tutte donne, andrete d'accordo?
Io mi auguro che non andremo d' accordo, anzi, ci accapiglieremo alla grande, è dal confronto libero che si costruisce qualcosa di vero.
Ringrazio Annina per essersi presentata a voi lettori, lei mi sorride, mi invita al progetto, e se ne va in bici, col vento di salmastro che appiccica i capelli.
Intervista rilasciata da Annina a Sandra Mazzinghi
E adesso vi spiego il perchè ho cercato Annina sui canali della Venezia...
A Livorno Simonetta Filippi, Samanta Mela e Monica Urbani, hanno partorito una nuova Associazione culturale femminile: “Chiamamola Annina” è il suo nome, nata con lo scopo di diffondere e sostenere la cultura femminile. A breve sta per partire il loro primo progetto: “MA… DONNA, dell’essere e dell’apparire”, con l’obiettivo di produrre dibattiti, scambi di vedute, stimolare interpretazioni diverse sull’argomento della donna, del suo essere e del suo apparire, attraverso momenti di elaborazione creativa, progetti artistiche e incontri collettivi.
PROGETTO "Ripensare" l' immagine della donna come altro e diverso da ciò che oggi sembra essere l'unico modello di appartenenza. Provocazione, ironia, cinismo e allegria, saranno gli strumenti utilizzati durante le varie fasi dell'iniziativa. Esasperare l' importanza che oggi è data all'immagine di sé, così tanto da farla diventare "sacra". La sacralità non è vista in senso negativo, né denigratorio, ma è solo uno stimolo per "giocare", ironizzare, prendere in giro sé stesse, o meglio la figura della donna moderna, come ce la presentano i mass media, oppure (perché no?) glorificare la capacità di apparire.
FASI DI ELABORAZIONE Creare 4 gruppi di lavoro: ARTE, LETTERATURA, TEATRO, MUSICA che svilupperanno il tema: "MA... DONNA (dell' essere e dell'apparire)
PRODOTTO FINALE Una mostra artistica che rappresenta il momento finale ai vari appuntamenti di elaborazione, da realizzare nella chiesa sconsacrata di Piazza del Logo Pio (LI) il giorno 8 Dicembre 2010.

Si inizia così: LABORATORIO di SCRITTURA al FEMMINILE
con PATRIZIA PASQUI
"6 incontri per scrivere della sacralità del quotidiano"
17 e 18 aprile 15 e 16 maggio 19 e 20 giugno
sabato 18-20 domenica 10-12
Il primo incontro a Livorno, al Centro Donna Largo Strozzi, 1
info:
Ah, io ci sarò, puntualissima sabato prossimo, al primo incontro! Sandra

10 commenti:

  1. Sono tanto belle le donne in movimento...
    certe donne in special modo...
    ho tentato di lasciare un commento a Tracce nella rete, ma non ci sono riuscita...
    un saluto a questa brava penna... belle vibrazioni narrative di luoghi a me cari...
    un grazie a luigi per il pensiero!
    Stefania

    RispondiElimina
  2. Bella l'immagine di donne in continuo movimento, trasmette l'idea di fiori che non appassiranno mai, forse saranno solo nascosti dalla neve ma si raddrizzeranno al primo sole.
    Ti ci vedo bene, Sama.

    RispondiElimina
  3. Grazie Sama, ogni tanto vorrei acquietarmi un po' sinceramente, ma non ce la faccio. Vuol dire che il mio essere è così...
    Grazie del commento, e soprattutto benvenuta!
    Sandra

    RispondiElimina
  4. Simonetta Filippilunedì, 19 aprile, 2010

    PARTITE: 20 penne hanno affrontato la sacralità del quotidiano con coraggio, sincerità, ironia... si è formato un gruppo d' assalto che dimostra di avere molto da dire sull' argomento...URRA' per Sandra Mazzinghi, la prima volontaria... e a tutte noi, sempre pronte, in prima linea
    Simonetta Filippi

    RispondiElimina
  5. "Come scendeva fine e giovane le scale annina,
    mordendosi la catenina d'oro
    andava via,lasciando una scia di cipria
    che non finiva........"
    Io se volete vi declamo i versi di Caproni per la sua mamma Anna Picchi.
    Che dici Sandra posso venire anch'io o sono in ritardo?

    Simonetta

    RispondiElimina
  6. Simonetta, non so darti questo tipo di informazione, giro la domanda alla simo e ti faccio sapere!
    Simonetta e Simonetta... questo nome lo portano donne ganze!
    Sandra

    RispondiElimina
  7. stefania filippilunedì, 19 aprile, 2010

    bell'articolo! brava Sandra!

    RispondiElimina
  8. Sabato 17 Aprile, al Centro Donna, ci siamo ritrovate in tante, tutte con la voglia di imparare, esprimersi, confrontarsi.. e tu ci hai dato il 'la', hai rotto il ghiaccio con quella bella pagina del tuo nascente romanzo.
    Grazie perché mi hai dato coraggio. Non vedo l'ora di leggerti! Anna

    RispondiElimina
  9. Ciao Stefania, benvenuta in questo strano spazio!
    Grazie, Anna, se ben ricordo tu sei quella del bikini vero? Bellissima storia...
    Ho rotto il ghiaccio è vero, ma il mio cuore mi tamburellava impazzito nel petto, penso che l'avrete sentito!
    Un bacio, a presto.
    Tornate a trovarmi!
    Sandra

    RispondiElimina
  10. Complimenti per questa bella intervista e introduzione al progetto e grazie di esserti prestata alla prima analisi critica!
    Siamo proprio un bel gruppo di donne, con elaborati diversi quante le persone, un ottimo confronto. Bravissima e molto perspicace Patrizia Pasqui - e grazie a Simo e le sue due amiche che hanno materializzato questa bellissima idea.

    Sabine

    RispondiElimina

Non copiare... uccidi solo la tua creatività!

Gli scritti pubblicati in questo blog sono di proprietà dell'autrice. E anche molte delle foto!

© COPYRIGHT - Le leggi italiane ed internazionali sul Copyright proteggono le immagini fotografiche il testo e la grafica ivi contenute. È proibita la riproduzione totale o parziale, in qualsiasi forma e con qualsiasi mezzo, senza il mio esplicito consenso scritto e da me sottoscritto.

Altre immagini invece sono state prese liberamente dal web. Nel caso l'autore ne desiderasse la rimozione basterà che lasci un commento.