sabato 3 aprile 2010

La casa senza porte


C’è.
Lontano da lei.
Ma c’è.
Ed è vicino.
Vive in una grande stanza in una città di sole e di mare. Una stanza grande, senza porte, e con lunghe finestre. Finestre alte, senza persiane, per catturare luce: solo sole. Ad ogni finestra una specie di piccola inferriata: è un delizioso balconcino. Perché le finestre non sono finestre, ma porte. Sì, quelle finestre sono porte. Porte sullo spazio. Appena entri nella sua casa, che forse non è una casa, ma qualcosa comunque per viverci sì, ci sono quattro alte pareti pastellate: albicocca la zona giorno, glicine la zona notte, color verde la cucina. E giallo becco d’oca un angolo incantato: forse c’è una chitarra, o un violoncello, o un mandolino. C’è un’asta per gli spartiti. C’è musica. Forse crea musica, forse suona. Note dappertutto, note sfarinate che lei non sa leggere, che a lei ricordano tante formiche, che da piccola catturava in una scatola di formaggini e controllava quanto ci mettevano a morire senza mangiare. Poi aveva pietà e le liberava…
Lei non sa di lui.
Non sa che fa.
Ogni tanto si fa vivo con quei segni speciali che sa che possono colpirle il cuore, di musica o di parole.
Lei è sicura che è il suo angelo custode.
Lei ci crede agli angeli, forse crede solo agli angeli, non crede a quel dio che la Chiesa ha inventato per arricchirsi. Gli angeli ci sono, e hanno un volto evanescente, un volto che non si ricorda o si ricorderà.
Gli angeli esistono.
E non chiedono.
Ci sono e basta.
E il suo angelo c’è.
Vive lontano da lei.
Ma c’è.
Ed è vicino a lei.
Ah, il soffitto della grande casa senza porte è bianco.
s.m.

14 commenti:

  1. Buona Pasqua cuoricino...
    il mio angelo un giorno mi ha fatto un dono straordinario...
    mi ha fatto incontrare un'amica immaginaria che avevo sempre avuto nei miei desideri...
    mi ha fatto incontrare te, Sandra la lunghina... bella come il sole, buona come il cioccolato, brava come Virginia Wolf...
    Grazie mia bella amica 3B.
    Ti voglio bene
    Stefania

    RispondiElimina
  2. Ma Stefy... così mi fai piangere...
    Anch'io ti voglio bene... un mondo.
    Sandra la lunghina.

    RispondiElimina
  3. Ma allora eravate compagne di classe?
    Auguri anche a te Stefania,
    Luigi

    p.s.
    Sandra è un incrocio tra la Woolf e la Dorothy del mago di Oz. Nulla di più meraviglioso e perfetto, no? Non ce ne sono più così!

    RispondiElimina
  4. No Luigi, io sono una giovane pischella, Stefania va per i 50...
    Ah Ah!
    Tanti baci, Sandra

    RispondiElimina
  5. Buongiorno a te Sandrina la streghina
    e a te Luigi, animale dalla penna "pavona"... ma pavone reale!
    No, non eravamo compagne di classe io e Sandra.
    Lei e' molto ma molto molto piu' giovane di me... anche se mi difendo benino sono ad un anno dal brivido dei... non voglio che si sappia in giro!
    3B... sta per brava bella buona!
    Auguri!
    e speriamo di trovare nell'uovo una bella sorpresa... adoro le sorprese...
    Un caro abbraccio a tutte e due!
    Baci baci

    RispondiElimina
  6. Sai che avevato avuto il dubbio che 3B fosse un particolare codice tra di voi? Eppure mi piace immaginarvi lo stesso come compagne di classe, quelle terribili e bravissime, che sanno tutto degli altri e alzano il dito prima e che hanno una meravigliosa scrittura e i grembiuli nerissimi e stirati e i capelli con un fiocchetto laterale che apre meglio lo sguardo e ti fanno malinconia perché ormai non le vedi più da una vita, forse in una foto e poi i miei amici non hanno età e non misuro mai le persone dal loro tempo ma dalla profondità del loro cuore.
    Auguri in 3D, allora! (intendo tridimensionali)

    RispondiElimina
  7. Grazie per gli auguri in 3D Luigi...
    Anche Stefania non la misuro con gli anni, perchè sennò dovrei farle fare domanda alla casa di riposo, allora faccio finta di nulla... :-) e poi GALLINA VECCHIA FA BUON BRODO! E lei il brodo lo fa buono vai!
    Ciao Ciao e grazie per le bellissime parole che fanno sempre tanto bene all'anima.

    RispondiElimina
  8. Cari amici, Sandra e Luigi, mi state rallegrando e comunicare con voi "Me piace assai"
    Luigi, lo sai che in parte ci hai indovinato?
    siamo state compagne di corso io e Sandra... indisciplinate e attente, curiose e distratte, ci passavamo i fogliettini come alle medie, e ogni tanto ci sentivamo dire che se fossimo state a scuola, saremmo state messe in castigo dietro la lavagna!
    La nostra amicizia e' nata in un'eta' matura, anche se Sandra fa la Ganzina, non e' mica di primo pelo...
    in quest'eta' matura dicevo, e' partita sul piano emotivo come se fossimo due amiche adolescenti
    e da li' abbiamo scoperto molto e abbiamo ancora da scoprire come e' bello essere grandi e liberi e ironici e pensare anche leggero...
    Un giorno dentro quel grembiule nero ero molto piu' vecchia di ora... ma questa e' acqua passata!
    Buon tutto... ma tutto tutto tutto!
    Stefania

    RispondiElimina
  9. A parlare-scrivere con voi due mi sento davanti a una piscina notturna quando una festa è appena finita e si rimane in pochi e suonano ancora un po' di jazz in sordina, con mezza orchestra già ubriaca...
    ciao Sandra e Stefania,
    Luigi

    RispondiElimina
  10. Misteriose presenze gli ANGELI, a metà tra il cielo e la terra , ci sono eccome,solo essi ci capiscono, come le anime capiscono le anime..grazie cara.Ti auguro una vera RINASCITA!SERENA NOTTE , Maryline.

    RispondiElimina
  11. Ecco, infatti belle signorine... volevo proprio dire che compagne di classe siete state, al corso di scrittura! Dove ovviamente c'ero anch'io, ma questo non c'entra!
    Bello il racconto, tocca le corde del cuore, come sempre quando la signorina 3b (scusa Stefy, rubo per un attimo la tua citazione!) scrive...! Mi fai saltare in un'altra dimensione, ed è un grande regalo!
    Che dire... vi mando un bacione mie care nonnine, però via, ve la cavate ancora bene nonostante l'età che avanza! Scherzo, lo sapete!

    RispondiElimina
  12. Bello Luigi il quadretto che hai dipinto... mi ci rispecchio molto...
    per me le feste iniziano alla fine, quando rimaniamo in pochi e un po' brilli... e si avverte quella liberta' che solo in quei momenti si puo' percepire...

    Marialaura e' tornata, la nostra pupilla dagli occhi magici!
    Pero' confessa... quando siamo insieme, le carte d'identita' non esistono e... ridiamo tanto...
    Un caro saluto a te Sandra che mi stupisci sempre...
    a Luigi grande pittore di vibrazioni...
    a Marialaura meteora che brilla sempre...
    Stefania

    RispondiElimina
  13. GLI "INVISIBILI"
    ci sono,eccome.A forma d'angelo o solo di voce che fora ogni parete compresa quella del cuore.Ed è subito lì quando ne hai bisogno e serve.Questa è la certezza che deve fare accettare tutti i cammini.Serenamente sfogliando con tranquillità ogni pagina col dito.Ciao Sandra.Bel racconto.Bianca 2007

    RispondiElimina
  14. gli angeli esistono e quando ti appaiono la realtà è sospesa e vibrante, quando se ne vanno percepisci per un breve tempo la loro presenza, poi dimentichi il loro volto e ti dispiace, ti sforzi la memoria ma, niente, ciao sei grande!

    RispondiElimina

Non copiare... uccidi solo la tua creatività!

Gli scritti pubblicati in questo blog sono di proprietà dell'autrice. E anche molte delle foto!

© COPYRIGHT - Le leggi italiane ed internazionali sul Copyright proteggono le immagini fotografiche il testo e la grafica ivi contenute. È proibita la riproduzione totale o parziale, in qualsiasi forma e con qualsiasi mezzo, senza il mio esplicito consenso scritto e da me sottoscritto.

Altre immagini invece sono state prese liberamente dal web. Nel caso l'autore ne desiderasse la rimozione basterà che lasci un commento.