giovedì 11 febbraio 2010

In questo momento è ai Caraibi, su una barca a vela, non sta bene parlare degli assenti...

Claudia Mazzoni ha poco più di 40 anni e il sorriso bellissimo e gli occhi vivi di una donna. E in ogni donna, in ogni essere umano, c’è dolore. Inevitabile. E le lacrime che ha versato e che ha poi cristallizzato in parole sono diventate versi. Sembra un gioco di parole, ma è proprio così! La sua prima segnalazione d’onore è di cinque anni fa e l’anno successivo vince il Primo Premio Nazionale di Letteratura Italiana “Virgili”.
Non è alla sua prima esperienza di pubblicazione, tre anni fa è uscita la sua prima raccolta “Autobiografia di un’immagine”, edizioni Tracce.
Scrivere di un libro di poesie non è facile in un mondo che sembra lasciare sempre meno spazio ai valori e alle emozioni che la parola scritta può trasmettere.
“Una parte di me” di Claudia Mazzoni è un libro di poesie di profonda intensità dove i versi sono dettati dai moti dell’anima. A mio avviso nell’atto stesso in cui un poeta scrive, nel momento preciso in cui la parola sale dal cuore, si crea arte. E Claudia Mazzoni crea arte.
Siamo abituati attraverso la TV a vedere promotori di se stessi, gente che urla e chi urla più forte pensa di essere più artista, persone che credono che fare arte sia portare un cappello in un certo modo, con un certo trucco. Nella poesia di Claudia non ci sono giochi di prestigio, c’è l’arte: l’arte di emozionare chi legge mettendo delle parole l’una accanto all’altra. Questo è fare arte. E l’arte dello scrivere può essere anche una terapia, che può aiutare la propria esistenza. È un po’ quello che è successo a Claudia Mazzoni, che ha cominciato a esistere come persona con la penna in mano, esternando i suoi pensieri, le sue pene, le sue sofferenze così come la sua felicità. Claudia mette passione nello scrivere e chi fa le cose con passione ha sempre un ritorno, come una specie di circolo magico: che produce tensione, stupore, emozione.
Ha scritto due libri di versi: Autobiografia di un’immagine, Edizioni Tracce, 2007
E Una parte di me, Giovane Holden Edizioni, 2009. Di questo ultimo libro ne ho parlato qui.

Claudia Mazzoni ha aperto da poco una vetrina su Manidistrega.


Vi lascio una sua poesia.


Una fata

Ti bacerò le mani fautrice dei miei sogni

fata della mia anima

carisma della mia nascita

ambiguità irritante e misteriosa

controversie dello spirito

così avido da non temere nessuna paura

santa e ammirevole compassione

non ingannata dal tempo, che malgrado tutto cresce, e si rivolta contro

per l'arricchimento di notti incoscienti e spensierate

l'amore e l'allegria nelle braccia di chi, caricato dall'amaro degno

fu felice di accoglierti

non biasimando il passato, e le croci di antiche generazioni

ancora oggi incatenate da mani ansiose, folli

che inseguono folate di vento gelido come l'odio

indispettite, infreddolite

mentre aspettano un segno

un mondo, una via

qualcuno che le accompagni

e riconosca la grande valle dove nessuno e niente giace e si rinnega

di non aver mai dato amore.


Dicevo, non sta bene parlare degli assenti...

13 commenti:

  1. Bellissima presentazione dell'amica Claudia, in quanto la ritengo Amica con la A maiuscola...io parlo! anche in sua assenza!
    Hai detto praticamente tutto di lei...
    Le sue poesie una volta che le hai lette, pian piano le assimili e fanno parte del tuo io, non ti lasciano piu'...
    Difficilmente dimentichero' l'emozione provata alla presentazione del suo libro...
    "Traforo'"con i suoi versi i presenti, vibrazione, commozione, turbamento fino alle lacrime, per poi confluire in un placato sorriso, il suo, il nostro, quello dei presenti...
    E' il caso di dirlo... Brava e bella!
    con infinito affetto
    Stefania

    RispondiElimina
  2. Sandra, come sempre riesci a comunicarci il tuo mondo e a farcelo sentire nostro. Ma esiste un trucco? Hai un senso dell'amicizia così speciale, e questa poesia che hai presentato sembra scritta con una matita per gli occhi. Non ti so dire altro...
    luigi

    RispondiElimina
  3. Bella la tua amica, una foto meravigliosa, un volto bellissimo , un'anima ancor più bella. Se il dolore porta a tanta bellezza magari vale anche la pena averlo vissuto. Un bacio a questa amica così preziosa, che possa sempre essere in grado di trasmettere ciò di cui noi non siamo capaci
    Tina

    RispondiElimina
  4. Stefania, quando lo scorso anno le presentai il libro ero così emozionata che penso di aver detto un sacco di cavolate... Mi dicevate di alzare la voce, ti ricordi? E poi finì con le lacrime...

    Luigi, non ho molte amiche, ma quelle vere sono persone hanno il potere di illuminare la vita. Ho anche due amici specialissimi, da una vita, chissà che un giorno non farò un post su di loro...
    Ho anche buttato via, e questa espressione la uso in senso non figurativo, ma fisico, molte persone che mi stavano intorno non so per quale motivo... Via! Via. Dalla mia vita, dalla mia famiglia... Via! Non credo affatto alle energie positive e negative, quelle sono solo stronzate... Credo ai sorrisi, e i sorrisi veri li riconosci... Riconosci l'affetto vero da una mano che ti carezza i capelli mentre piangi... e lo fa per ore.

    Tina, Claudia è davvero una bella donna, con uno sguardo evanescente, quando l'ho conosciuta pensai "Questa è pazza!". In effetti è così, è pazza per la voglia di vivere che ha e che trasmette. E poi... mi regala le sue magliette! Ogni tanto arriva con una busta: "Guarda Sandra, ti piacciono queste? Non le metto più!"
    E vai!
    Un abbraccio! A presto!

    RispondiElimina
  5. Sandra,il saper sfrondare,selezionare e scegliere con la mente e col cuore,è qualità rara e preziosa che in genere appartiene ad età più avanzate,perchè si vuole che la saggezza si sposi con gli anni che passano!
    Ma tu cara amica.pur così giovane e bella,hai in te una vena di saggezza che consente a te e a noi che ti leggiamo,una ripiegamento che fa riflettere e che ti rende speciale. E nello stesso tempo sei pazza,di una bella pazzia,che ci trascina tutti in una danza antica e pur nuova,foriera di tante promesse.
    Mi piacciono i versi delle donne e la tua amica è una donna che riesce a trasmettere le sue emozioni,che poi sono anche le nostre!

    RispondiElimina
  6. Carissima, non hai firmato il post, sei Bianca?
    Forse il dolore ti fa selezionare, quando sei nuda senza pelle, quando soffri cerchi e brancoli nel buio a senso, e l'amore delle persone lo annusi, lo senti. Perchè quell'amore viene verso di te...
    Grazie per i complimenti, che tu sia Bianca o no.
    Sandra

    RispondiElimina
  7. no...sono simonetta!
    Mi sono dimenticata la firma!!!!!!!!!!!!! :-)

    RispondiElimina
  8. Bellissima la tua amica e splendide le rime, venate di malinconia , ma ciò che conta è l'emozione autentica, la bellezza armoniosa e tu ,cara Sandra ,respiri e canti con una forza intensa e nel contempo semplice il sentimento dell''amicizia percorso da vibrazioni affettuose che arrivanon al cuore.grazie.Maryline

    RispondiElimina
  9. Sì, e con Claudia è emozione autentica.
    Grazie Maryline, salutami il vulcano!

    RispondiElimina
  10. Va bene essere in vacanza, si ma tornare e trovare questa sorpresa mi ha riempito di emozione, di calore, ragazzi che devo dirvi,Sandra sei veramente grande, grazie! la poesia mi ha accompagnato nei momenti particolarmente tristi, mi ha aiutato a capire,mi ha trasformato nelle mie evoluzioni, e trovare persone oggi come oggi che riescono ancora a vibrare, esprimendo un loro contatto credetemi e' bellissimo!perche' finalmente senti un po' di speranza. Claudia

    RispondiElimina
  11. Claudia! Che sorpresa... Bentornata! La sabbia? Me l'hai portata?
    A prestissimo. Sandra

    RispondiElimina
  12. Tesoro mio, ma, ti sei gia' dimenticata quello che mi avevi chiesto? la farina di stelle non me la sono persa, me l' hai consigliata e l' ho vista,l' odore dell' oceano e' difficile da portare a casa, ma qualcosa ho potuto guardare e prendere, anche se ho dovuto chiedere l' aiuto dello schipper, si scrive cosi'? a presto
    Claudia

    RispondiElimina
  13. Claudia, vediamoci presto, sono curiosissima di vedere il tuo pensiero per me...
    Sabbia? Oppure una stella farinosa del cielo?
    Skipper... credo si scriva skipper...
    Ti abbraccio forte forte forte. Bentornata tra le pazze!
    Sandra

    RispondiElimina

Non copiare... uccidi solo la tua creatività!

Gli scritti pubblicati in questo blog sono di proprietà dell'autrice. E anche molte delle foto!

© COPYRIGHT - Le leggi italiane ed internazionali sul Copyright proteggono le immagini fotografiche il testo e la grafica ivi contenute. È proibita la riproduzione totale o parziale, in qualsiasi forma e con qualsiasi mezzo, senza il mio esplicito consenso scritto e da me sottoscritto.

Altre immagini invece sono state prese liberamente dal web. Nel caso l'autore ne desiderasse la rimozione basterà che lasci un commento.